home page

Google



 

 

Rassegna Stampa di Lunedì, 22 Luglio , 2019
 
Con l’invio dei corrispettivi al Fisco un flusso di 35 miliardi di scontrini
Argomento:
Autore: Cristiano Dell’Oste e Giovanni Parente
Fonte: Il Sole 24 Orepag: 5
Lunedì prossimo, 1°luglio, scatta l’obbligo di trasmissione dei corrispettivi per chi ha ricavi oltre i 400mila euro all’anno. Parliamo di 261mila esercenti. Il decreto Crescita ha previsto una moratoria sulle sanzioni che consentirà ai ritardatari di evitare le multe fino al 31 dicembre 2019, purché trasmettano i dati sui corrispettivi giornalieri entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione e liquidino l’Iva regolarmente. Sempre il decreto Crescita prevede che sarà possibile entro 12 giorni (e non 10) inviare i corrispettivi, memorizzati su base quotidiana. Dal prossimo 1°gennaio, poi, l’obbligo di trasmissione dei corrispettivi interesserà tutti gli esercizi commerciali. Per contrastare l’evasione fiscale il governo ha collegato all’invio dei corrispettivi una lotteria che partirà dal 2020. Questa spingerà i consumatori a chiedere lo scontrino e a farvi inserire il proprio codice fiscale per tentare la sorte. Le chance di vincita aumenteranno per chi pagherà con moneta elettronica.


visualizza tutta la Rassegna Stampa di oggi


copyright Studio Chirco Crema partita iva 01199450196 site by metaping srl