home page

Google



 

 

Rassegna Stampa di Lunedì, 22 Luglio , 2019
 
Il versamento non dimentica i crediti da integrativa lunga
Argomento:
Autore: Riccardo Giorgetti
Fonte: Il Sole 24 Ore - Norme e Trib.pag: 19
I contribuenti che nel 2018 hanno presentato delle integrative ultrannuali a favore sono tenuti a tenere a mente la compilazione del quadro DI: gli importi evidenziati, infatti, devono partecipare alla liquidazione del saldo relativo a Irpef, Ires e Irap. L’adempimento non interessa tutte le integrative, ma solo quelle da cui scaturisce un credito d’imposta. Viceversa, le integrative che comportano l’emersione di una perdita fiscale, di una maggiore Ace o utilizzata per rettificare un credito da quadro RU, non devono essere indicate nel quadro DI della dichiarazione. Un soggetto che nel 2018 ha inoltrato un’integrativa lunga a favore, ad esempio per il 2015, secondo la legge potrebbe usare il credito emergente da inizio 2019 (compensazione orizzontale) senza dover tenere conto dell’esistenza o meno di un saldo a debito connesso al medesimo tributo oggetto dell’integrativa. Il credito evidenziato nel quadro DI deve, invece, partecipare alla liquidazione del saldo e quindi essere utilizzato in compensazione verticale per compensare l’eventuale debito che scaturisce dal quadro RN.


visualizza tutta la Rassegna Stampa di oggi


copyright Studio Chirco Crema partita iva 01199450196 site by metaping srl